Puntata N.35 del 9/6/2020 “Tossicità e Intolleranze”

Nella rubrica di Metallica_mente torna a parlare la Dr. Bottino, con l’argomento sulla correlazione tra intolleranze e tossicità da metalli pesanti. La Dr. Prima di introdurre l’argomento, ci tiene a ricordare che il gruppo di Metallica_mente, vuole informare su una realtà che le persone, in generale, tendono a minimizzare. Bisogna capire che non si parla di qualcosa di astratto, ma di una situazione che può sfociare nella patologia talvolta con dei sintomi che non riconducono facilmente alla patologia. Quindi la Dr. cerca di spiegare in maniera semplice, cosa accade quando il corpo non tollera quello che succede, quando un metallo permane a lungo, all’ interno dell’ organismo, fino al bioaccumulo, quando la concentrazione dei metalli aumenta, rispetto a quello che può essere la normalità, la fisiologia. Con che misura possiamo pensare di fare un test per verificare la presenza, oltremisura di un metallo? Intanto dobbiamo considerare che i metalli possono avere una forma inorganica o una forma organica. La differenza sta nella loro formula chimica. Quando parliamo di una molecola inorganica, parliamo di una molecola idrosolubile, in quanto tale eliminabile, per esempio, per le vie urinarie. Abbiamo la forma lipofila che spesso è quella che fa deposito, in particolar modo, nei tessuti quali il cervello e il sistema nervoso centrale in generale. La condizione di tossicità non è rara. Essa è frequente proprio perché la fonte può derivare dagli alimenti, dalle acque, dall’aria, quindi dall’ ambiente circostante, ma anche dai dispositivi medici. Quando i sintomi come la cefalea, i disturbi digestivi, le anemie, i disturbi neurologici, le malattie del rene e le alterazioni di alcuni valori ematici permangono, dobbiamo capire da dove deriva il sintomo. I ricercatori hanno spiegato che quando le normali condizioni fisiologiche di smaltimento, non avvengono in maniera equilibrata, perché c’è un eccesso di un metallo, avviene un’ interazione enzimatica, tra il metallo e un gruppo presente negli enzimi. L’ enzima per noi è un meccanismo vitale. L’ enzima è una proteina che riesce a veicolare, a gestire la velocità di tutte le reazioni metaboliche, senza l’ enzima non possiamo portare avanti tutti i processi enzimatici e metabolici. Basti pensare al favismo, che è un deficit enzimatico, dove un enzima presente nei globuli rossi, non riesce a funzionare bene, al punto tale da scatenare una reazione infiammatoria che può divenire anche mortale. Cosa accade se questi metalli, iniziano a compromettere la funzionalità enzimatica? Gli enzimi sono proteine che possono contenere, nella loro molecola, dei gruppi funzionali. Ci sono dei gruppi molto importanti che giocano sul meccanismo di reazione. I gruppi sono OH, SH, COH che è un gruppo acido , NH2 gruppo aminico. Se l’ enzima perde la sua funzione, per cui è preposta, viene alterato il controllo della velocità di reazione, in quello specifico meccanismo fisiologico. Quindi se, per esempio, abbiamo un enzima che deve veicolare il calcio, e viene disturbato dal Piombo, che entra solitamente in competizione con il metabolismo del calcio, è una cosa importante, perché è quell’ elemento che gestisce anche i livelli pressori. Avviene una sostituzione, una sorta di complicità che viene ad esistere, tra l’ enzima e il metallo presente in eccesso, nell’ organismo. Da qui viene fuori il sintomo, che può sfociare in patologia. Un’ alterazione enzimatica può causare danno d’ organo, anche nel tempo. Ci sono soggetti per cui non si capisce perché hanno livelli di ferritina molto bassi. La ferritina è un parametro importante, nel quadro metabolico dell’ assorbimento del ferro, del trasporto del ferro. Spesso nelle donne si riscontra un valore limite nell’ emoglobina e la ferritina bassa. Si pensa mai ad una tossicità da Piombo? Che potrebbe essere anche causa della ferritina bassa. Solitamente viene data la folina e il ferro, senza raggiungere mai, probabilmente i livelli ottimali di ferritina. Un altro caso, potrebbe essere quello dei valori alterati di creatininemia, valore che a livello ematico da la condizione di salute del rene, la funzionalità renale. Alle volte succede che questi valori sono alterati, si hanno dei disturbi a livello renale, quindi il paziente ha il sintomo, ma mai nessuno andrebbe a valutare la concentrazione ematica di Cadmio e Mercurio, che guarda caso, sono due metalli che se entrano in sinergia tra di loro vanno a prediligere il tessuto renale, tanto da poter arrivare anche a patologia nefrologica, perché sono metalli nefrotossici. Per esempio, il Mercurio entra in gioco con il Piombo, per il lavoro che facciamo, o se abbiamo delle otturazioni con delle amalgame contenenti il Mercurio. Mercurio col piombo ora, Cadmio col Piombo prima. Nel primo caso si predilige il tessuto nervoso, insieme diventano neurotossici, quindi abbiamo problematiche di ansia, mal di testa, insonnia, perché avviene un’ alterazione a causa della concentrazione smisurata di questi metalli, ma ci sono altri metalli come l’ Alluminio, l’ Arsenico, il Cromo, il Nichel, quest’ ultimo presente ovunque. L’ intolleranza ha un processo diverso dall’ allergia. Quando parliamo di allergia, parliamo di compromissione del sistema immunitario, là dove abbiamo una cascata di reazioni che porta alla formazione di citochine. L’intolleranza non interessa il sistema immunitario, ma ciò non significa se non viene preso un provvedimento, questa intolleranza non possa, nel tempo, sfociare in un processo infiammatorio e quindi interessare una reazione allergica. La reazione allergica da cosa si differisce da quella di un’ intolleranza ? La seconda è una manifestazione a livello dermatologico, però tolta la causa del problema regredisce. Invece il processo allergico da metalli interviene quando in realtà questo metallo all’interno del nostro organismo attiva dei processi che iniziano con la degranulazione a livello dei mastociti e cominciano a liberare le così dette IGE. In questo periodo abbiamo parlato tanto di valutazione delle Ige e delle IGM con il test del covid , etc. perché in realtà è il processo infiammatorio che produce queste cellule. Cosa succede quando avviene la degranulazione dei mastociti che è la prima azione per cui il sistema immunitario deve fare qualcosa per debellare questo estraneo? Succede che cominciano a liberarsi delle molecole dell’immunità, da questa degranulazione si passa alla rottura dei globuli rossi, da qui si può arrivare all’ anemia emolitica, da questo passiamo alla liberazione delle molecole dette IGG e IGm, la formazione di un complesso si dice antigene-anticorpo, e lì già siamo nella fase proprio conclamata dell’ infiammazione, laddove vengono fuori le citochine pro- infiammatorie e da quel momento, se non viene preso un provvedimento su questa allergia, il passo alla patologia è breve. Quando si presentano i sintomi come il mal di testa, disturbi digestivi, disturbi intestinali, anemie, li curiamo con i normali protocolli, ma se vi accorgete che i sintomi non si risolvono e si protraggono nel tempo, non sarebbe male valutare di eseguire un test tossicologico, per verificare qual è il punto della situazione, se il sintomo può essere correlato eventualmente con la presenza di alcuni metalli. Un tossicologo in questo potrebbe aiutare tantissimo. Si chiude la puntata ricordando che questi ed altri contenuti si possono trovare sulla pagina fb Metallica_mente:

https://www.facebook.com/intossicazionemetallipesanti/

L’ intento del gruppo è quello di informare a livello nazionale e non, che esiste questa condizione e che possiamo combatterla. Una condizione da non sottovalutare, quella da tossicità da metalli pesanti, perché da questa si va a patologia. Noi dobbiamo fare prevenzione. Esistono dei Test che possono rivelare questa condizione. Perché non farlo? Riguarda la nostra salute e dobbiamo mantenerci in salute a lungo, fino a 100-120 anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: